Tempo del lavoro, tempo della vita


Coniugare lavoro e famiglia, per chi inizia a operare da casa, è forse uno degli aspetti più delicati, in particolare per le lavoratrici che devono accudire figli piccoli, anche se è uno degli aspetti più gratificanti dello smart working.

Un aiuto può venire da giochi e attività che tengono i figli impegnati e... vicini.

Image

Mamma e lavoratrice 

Aspettare a casa che la mamma torni per coccole e giochi è la normalità per i più piccoli. Molto più difficile per loro capire perché la mamma, che è in un'altra stanza, non si prende cura di loro. Per lo smart worker è importante poter distinguere, anche idealmente, lo spazio del lavoro e quello degli affetti per 'staccare' e non trascorrere anche le ore con la famiglia lavorando senza sosta. L'unico aiuto può arrivare dall'organizzazione della postazione, delle attività e dei giochi.

Image

Papà in smart working 

La presenza maschile nello smart working è stata più o meno simile a quella femminile nel periodo del lockdown causato dalla pandemia. Negli anni precedenti e, presumibilmente, in quelli a venire, la quota maggiore di lavoratori in smart working ha visto una prevalenza femminile. Gli impegni di casa, la cura dei figli sono, nel nostro Paese, ancora sbilanciati. Forse, grazie alla maggiore presenza in casa dei lavoratori, questa disparità negli impegni domestici andrà a bilanciarsi.

Image

Gli affetti e il lavoro  

Mamme in smart working

Obiettivo: migliorare il bilanciamento tra l'attività lavorativa e il tempo libero, tra il lavoro e gli affetti.

Bambini al 'lavoro'


Il 'lavoro' dei bambini che non vanno ancora a scuola o alle elementari è quello di giocare, imparare, socializzare. Per farlo hanno bisogno dei genitori e di tempo a loro dedicato.

Il genitore che è a casa in smart working può dedicare maggiore attenzione ai figli ritagliandosi degli spazi 'privati' nelle ore lavorative.

Lavorare in due


Spesso sono entrambe i genitori a essere impegnati nello smart working. In questo caso ciascuno deve cercare di ricavare i suoi spazi e allestire la sua postazione 'volante'.

È una buona idea, se possibile, quella di lasciare una stanza come luogo 'franco' al di fuori del lavoro, per dividere, anche fisicamente, le attività lavorative e private.